Archivi categoria: Uncategorized

Foto incontro “Nessuna resti indietro”

“Nessuna resti indietro. La condizione femminile oggi in Italia e in altri paesi, tra autodeterminazione e difesa di conquiste e diritti civili”.  Incontro pubblico a Castel Bolognese, organizzato dalla Biblioteca Libertaria “Armando Borghi” in collaborazione con la Biblioteca Comunale “Luigi Dal Pane”. Relazioni di: Dora Palumbo (consigliera al Comune di Bologna per il Gruppo Misto – Nessuno resti indietro / collaboratrice di “Cenerentola”) e Alice Libera Melandri (attivista femminista di Forlì, studiosa di temi lgbtqi+ e di genere). Presentazione di Carla Atlante. Venerdì 29 novembre 2019. Teatrino del Vecchio Mercato, via Rondanini, 19. [cliccare sulle immagini per ingrandirle]

Fotografie di Giulio Sagradini

 

 

 

Foto incontro sulla rivoluzione delle donne in Rojava e il confederalismo democratico

Sabato 16 novembre 2019. Incontro pubblico a Castel Bolognese su “La rivoluzione delle donne in Rojava e l’esperienza del confederalismo democratico”, organizzato dalla Biblioteca Libertaria “Armando Borghi” in collaborazione con la Biblioteca Comunale “Luigi Dal Pane”. Relazioni di: Norma Santi (attivista libertaria/ gruppo “Carlo Cafiero” di Roma) e Carlotta Pedrazzini (redattrice di «A rivista anarchica»). Presentazione di Rosanna Ambrogetti. Teatrino del Vecchio Mercato, via Rondanini, 19. [cliccare sulle immagini per ingrandirle]

Fotografie di Giulio Sagradini


Selezione di foto a cura dell’Ufficio Cultura del Comune di Castel Bolognese

Foto presentazione libro su De Andrè a Imola (12 ottobre 2019)

Presentazione del libro “Che non ci sono poteri buoni. Il pensiero (anche) anarchico di Fabrizio De Andrè”, nei locali dell’Archivio Storico della Federazione Anarchica Italiana (Imola, sabato 12 ottobre 2019). Intervento del curatore del libro  Paolo Finzi, redattore di «A rivista anarchica» e storico amico di Faber. Introduzione di Massimo Ortalli. Fotografie di Giulio Sagradini. [cliccare sulle immagini per ingrandirle]

 

 

 

Foto incontro per cinquantenario strage di Piazza Fontana (Ravenna 13 ottobre 2019)

Incontro pubblico a Ravenna per il cinquantenario della strage di Piazza Fontana, organizzato da “Ravenna in Comune” e dalla Biblioteca Libertaria “Armando Borghi”. Relatori: Andrea Papi (Blab / collaboratore di «A rivista anarchica»), Claudia Pinelli (figlia di Giuseppe Pinelli). Presentazione di Andrea Maestri (avvocato, esperto del neofascismo in Italia). Sala Pier Paolo D’Attorre di Casa Melandri, via Ponte Marino 2 – ore 10:15. [cliccare sulle immagini per ingrandirle]

Fotografie di Giulio Sagradini

 

Foto Convegno “Educazione Arte Anarchia” (18 maggio 2019)

Convegno su “Educazione – Arte – Anarchia”

Castel Bolognese

Teatrino del Vecchio Mercato, sabato 18 maggio 2019

Fotografie di Giulio Sagradini

Evento organizzato dalla Biblioteca Libertaria “Armando Borghi”, in collaborazione con l’Assemblea degli Anarchici Imolesi, la Biblioteca comunale “Luigi Dal Pane” di Castel Bolognese, il Movimento di Cooperazione Educativa (MCE) – Gruppo Territoriale di Ravenna. Relazioni di: Andrea Papi, Francesco Codello, Sara Honegger, Franco Bunčuga, Giulio Spiazzi, Lucilla Salimei. Esperienze laboratoriali pomeridiane nel Chiostro del Comune (proposte da: Kether, Merzbau, ApARTe).  [Cliccare sulle immagini per ingrandirle].

Il Convegno (mattina)

I Laboratori (pomeriggio) –

Chiostro del Palazzo Comunale – Piazza Bernardi

 

 

Altre foto (bacheca)

In occasione dell’evento su “Educazione – Arte – Anarchia”, tenutosi a Castel Bolognese il sabato 18 maggio 2019, alcuni compagni si sono ritrovati davanti alla nuova bacheca della Biblioteca Libertaria “Armando Borghi” – installata pochi giorni prima – e hanno scattato qualche foto-ricordo.  [cliccare sulle immagini per ingrandire].

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


► Gianpiero Landi, Rubata la bacheca della Biblioteca A. Borghi, «Sicilia Libertaria», a. 42, n. 389, dicembre 2018, p. 5.

 

Foto 4 maggio 2019 (De Andrè)

Fotografie di Giulio Sagradini, scattate in occasione della presentazione – da parte del curatore Paolo Finzi – del libro “Che non ci sono poteri buoni. Il pensiero (anche) anarchico di Fabrizio De Andrè” (Castel Bolognese, Biblioteca Comunale “Luigi Dal Pane”, 4 maggio 2019).  [cliccare sulle immagini per ingrandirle]

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Archivio Homepage 2018

Centro di documentazione contro la guerra

informazioni, materiali e analisi per opporsi alla barbarie del capitalismo decadente, contro  il terrorismo di stato occidentale e russo, contro il terrorismo del cosiddetto “islamismo radicale”
Mercoledì 28 novembre 2018  ore 20.30
a cura del “Centro di documentazione contro la guerra”
incontro-discussione su:

La conferenza di Palermo sulla Libia.
Continua la guerra per la spartizione
dell’Africa e contro gli immigrati

centrodocumentazionecontrolaguerra@inventati.org
Archivio Primo Moroni ─ Calusca City Lights ─ CSOA Cox 18
via Conchetta 18 – Milano (M2 Romolo, bus 90/91 e 47, tram 3)
Per ascoltare gli incontri che si sono già tenuti vai alla pagina “Audio” in questo sito

Alessandro Galli

Il 14 ottobre 2018 è morto a Bologna l’anarchico Alessandro (“Sandro”) Galli. Nel 1980, con un lungo sciopero della fame, in cui mise seriamente in gioco la propria vita, riuscì a ottenere l’abolizione del giuramento per gli insegnanti e per i dipendenti degli enti pubblici. Contribuì così a rendere gli insegnanti italiani, i dipendenti comunali e statali maggiormente liberi nell’esercizio delle proprie funzioni e consapevoli dei propri diritti. Era un uomo dal carattere ostinato e talvolta ruvido, ma anche un buon amico.

Il funerale di Sandro Galli (Bologna, 16 ottobre 2018)

► Circolo Anarchico Berneri (Bologna), Addio Sandro Galli, uomo libero, «Umanità Nova», a. 98, n. 33, 2 dicembre 2018 / Gianni Sartori, In memoria di Sandro Galli…, «La Bottega del Barbieri», 26 novembre 2018.

“ADDIO A GALLI L’ANARCHICO PROFESSORE. Tutto il Parlamento alla fine gli diede ragione. La norma che imponeva ai pubblici funzionari di giurare fedeltà allo Stato fu abolita. Fu merito di un uomo, un uomo solo, e della sua laica, libertaria testardaggine. Si chiamava Alessandro Galli, era un professore bolognese di applicazioni tecniche, ed è morto due giorni fa.  Anarchico, si rifiutò di giurare il contrario dei suoi ideali. Gli consigliarono di fingere, “è solo una formalità”, non volle. Presero provvedimenti. Lui iniziò uno sciopero della fame, vero, di quelli che ti portano oltre la soglia. Fu ascoltato. Una parlamentare bolognese, Giancarla Codrignani, prese a cuore il caso. Il sindaco Renato Zangheri pure. Il presidente Sandro Pertini anche. Quell’imposizione fu cancellata. Chi conobbe Galli dice che non era una persona facile. A maggior ragione, la sua storia dimostra che non servono santi alla giustizia: ha sufficiente forza da sola. Ma a volte le serve che si levi una voce. Dunque addio e grazie, cocciuto, libero professor Galli, da parte di tutti noi “. (Michele Smargiassi, «La Repubblica Bologna», 16 ottobre 2018).

► Reginaldo Palermo, Torna il giuramento per i docenti, abrogato nel 1981 grazie a Sandro Galli, «Tecnica della Scuola», 14 aprile 2019.


900Fest 2018

 Programma (link diretto al sito)


CUCINE DEL POPOLO


Convegno Internazionale CUCINE SENZA CONFINI
5 – 7 Ottobre 2018
Massenzatico (Reggio Emilia)

► Presentazione                            ► Programma Convegno


Pensiero e azione:
l’anarchismo come comunità militante e scelta di vita

Eduardo & Amedeo1
Sabato 15/09/2018 dalle ore 10,30
Ateneo degli Imperfetti, Via Bottenigo, 209 – Marghera-Venezia

Seminario organizzato dal Laboratorio Libertario/Ateneo degli Imperfetti di Marghera e dal Centro studi libertari/Archivio Giuseppe Pinelli di Milano a partire dalle riflessioni e dalle biografie militanti di Amedeo Bertolo e Eduardo Colombo.

Interventi di
  • Mimmo Pucciarelli (Lyon), Due biografie militanti tra anarchismo politico e anarchismo esistenziale
  • Marianne Enckell (Lausanne), Sono diventata adulta con loro…
  • Nico BertiLe ragioni del pensare anarchico
  • Tomás Ibáñez (Barcelona), Convergenze e divergenze nel pensiero di Amedeo Bertolo e Eduardo Colombo
dibattito aperto stimolato dai contributi di Heloisa Castellanos (Paris), Francesco CodelloPaolo FinziElis FraccaroMário Rui Pinto (Lisboa), Toni SentaClaudio Venza.
► Claudio Venza, Pensiero e Azione. Resoconto dell’incontro del 15 settembre 2018 a Marghera, «Umanità Nova», a. 98, n. 26, 7 ottobre 2018.

Parlano di noi

Pubblicata sul mensile  «R&D/Cult»(RavennaeDintorni) una pagina sulle biblioteche di Castel Bolognese, in cui è dato grande spazio all’esperienza della Biblioteca Libertaria “Armando Borghi”

► Elettra Stamboulis, Tra le “fragili carte” degli anarchici e la biblioteca dedicata a un socialista,  «R&D/Cult», n. 40, giugno 2018, p. 25.


A4 - SENTA CANDELA volantino

► Locandina


Candela e Iero

► Comunicato  stampa                                             ► Locandina

► Slides  proiettate dai relatori durante l’incontro

► Resoconto di Luciano Nicolini (“Cenerentola”, n. 214)


Giordana Garavini (1924-2018)

Con profondo dolore i soci della Cooperativa           Biblioteca Libertaria “Armando Borghi”
annunciano la morte, avvenuta il 16 marzo 2018 del  Presidente Onorario

Giordana Garavini

Giordana_01_primopiano

Nata a Milano nel 1924 in una famiglia di anarchici, aderì in giovanissima età agli ideali libertari a cui restò poi coerentemente fedele per tutta la vita. Cresciuta in Brasile, a Rio de Janeiro, dove i genitori erano emigrati per sfuggire alle persecuzioni fasciste, rientrò in Italia nel 1946, stabilendosi definitivamente a Castel Bolognese, città natale dei genitori. Militante della Federazione Anarchica Italiana fin dalla fondazione, contribuì nel 1973 alla rinascita della Biblioteca Libertaria e poi nel 1985 alla costituzione della  Cooperativa che la gestisce. Vice-presidente e poi Presidente della Cooperativa, a cui dedicò con passione per anni tantissime energie, lasciò ogni incarico nel 2014 per limiti di età e ragioni di salute, continuando fino alla fine a interessarsi della Biblioteca da semplice socia. Raro esempio di coerenza e di fedeltà agli ideali abbracciati in gioventù, lascia un vuoto incolmabile in chi l’ha conosciuta e le ha voluto bene.

Gli anarchici e i libertari esprimono il loro sincero e sofferto cordoglio ai due figli e agli altri familiari di Giordana, a cui si sentono vicini in questa triste circostanza.

► Gianpiero Landi, Ricordando Giordana Garavini, «Umanità Nova», a. 98, n. 12, 15 aprile 2018, p. 8 [ripubblicato anche, con il titolo Giordana Garavini, in «Cenerentola», a. 17, n. 212, maggio 2018, pp. 17-18]. [La Redazione] Giordana Garavini, «Seme Anarchico», a. 9, n. 31, giugno 2018, p. 12.


21 aprile 1968 – 21 aprile 2018

Cinquantesimo anniversario della morte di Armando Borghi

Armando Borghi 14

Il 21 aprile 1968 moriva a Roma, all’età di 86 anni, Armando Borghi. La Biblioteca Libertaria di Castel Bolognese, a lui intitolata, ricorderà la sua vita e la sua attività politica in occasione di un Convegno previsto per l’autunno del 2018. Ci limitiamo, per ora, a riprendere qui un breve testo pubblicato nella pagina Facebook del Comune di Castel Bolognese, città che al noto anarchico – nonché dirigente sindacale,  oratore, scrittore e giornalista – ha dato i natali e dove è sepolto: Comune di Castel Bolognese_Facebook_Borghi.


Pubblicata sulla rivista «A» la relazione presentata da Thea Venturelli al Convegno su “Educazione e Libertà”, tenutosi a Castel Bolognese il 22 ottobre 2017,  organizzato dalla BLAB:

► Thea Venturelli, I fiori delle comunarde, «A», a. 48, n. 424, aprile 2018, pp. 43-47.


 Giuseppe Pinelli: una storia soltanto nostra, una storia di tutti

Il Centro Studi Libertari di Milano sta lavorando ad un progetto di public history (nell’accezione di storia popolare, storia orale) dedicato a Giuseppe Pinelli, dal titolo “Giuseppe Pinelli: una storia soltanto nostra, una storia di tutti”, finalizzato alla creazione di un archivio digitale online liberamente consultabile che contenga tutti i materiali che ha raccolto e che raccoglierà, compresa una serie di testimonianze video di persone che hanno vissuto direttamente o indirettamente i fatti.

Per chi non ne fosse a conoscenza è possibile trovare qui un breve comunicato con la sintesi del progetto:
http://centrostudilibertari.it/sites/default/files/materiali/comunicato_pinelliunastoria_crowdfunding.pdf

E qui invece tutti i dettagli:
https://www.produzionidalbasso.com/project/giuseppe-pinelli-una-storia-soltanto-nostra-una-storia-di-tutti/

Per sostenere i costi del progetto e garantire lo svolgimento di un lavoro sistematico e rigoroso il CSL ha avviato una campagna di raccolta fondi straordinaria. Vi si chiede, se vi è possibile, di aderire alla campagna e di aiutare con una donazione, poiché si sta investendo molto in questo lavoro.
—————————————-
*Centro Studi Libertari / Archivio G. Pinelli*
via Jean Jaures 9, 20125 Milano
tel. 02 87 39 33 82
e-mail:  centrostudi[at]centrostudilibertari.it
http://www.centrostudilibertari.it

banner-crowdfunding-titolo


volantino IMOLA-1

 Storici 

► Maurizio Antonioli, Quante storie, intervista a cura di Franco Bertolucci, «A», a. 48, n. 423, marzo 2018.  (novità)


In evidenza

«Sempre!», Almanacco di “Guerra di Classe”, n. 1, 1° Maggio 1917

Sempre!_1917_cop


Catalogo Mostra “Il movimento anarchico a Castelbolognese (1870-1945)” [1984]

Mostra_cop

______________________________________________________________________

Imola dal ’68 al ’77. Movimenti e gruppi extraparlamentari di sinistra

Presentazione di Tesi Magistrale all’ASFAI – Imola, sabato 27 gennaio 2018 ore 17:30

Filippo Servadei_68 a Imola

Foto Convegno 8 dicembre 2018

Selezione di fotografie scattate da Giulio Sagradini in occasione del Convegno su “Le organizzazioni nazionali del movimento anarchico nell’Italia repubblicana (1943-2018)”, tenutosi a Castel Bolognese, nel Teatrino del Vecchio Mercato, il sabato 8 dicembre 2018. Organizzato dalla Biblioteca Libertaria “Armando Borghi”, in collaborazione con la Biblioteca Comunale “Luigi Dal Pane”, in occasione del cinquantesimo anniversario della morte di Armando Borghi. [La BLAB ringrazia Giulio Sagradini per il servizio fotografico].  (cliccare sulle foto per ingrandirle)