Home

Ultimo aggiornamento al sito: 12 maggio 2019

 

Pubblica riflessione con dibattito, organizzata dalla BLAB (Biblioteca Libertaria Armando Borghi) di Castelbolognese, in collaborazione con l’Assemblea degli Anarchici Imolesi, la Biblioteca Comunale “Luigi Dal Pane” e il MCE (Movimento di Cooperazione Educativa) – Gruppo Territoriale di Ravenna

 Educazione – Arte – Anarchia

Sabato 18 maggio 2019
Castel Bolognese – Teatrino del Vecchio Mercato, Via Rondanini 19

 Locandina                                                                    ► Pieghevole


Biblioteca Libertaria Armando Borghi, in collaborazione con la Biblioteca Comunale “Luigi Dal Pane” di Castel Bolognese

Castel Bolognese, Biblioteca Comunale “Luigi Dal Pane”, Piazzale Poggi, 1

Sabato 4 maggio 2019 – ore 10:30
Paolo Finzi, redattore della rivista «A», presenta il libro “Che non ci sono poteri buoni – Il pensiero (anche) anarchico di Fabrizio De André”

Locandina          ► Comunicato stampa       ► Scheda editoriale      ► Dossier “No poteri buoni”

Foto della presentazione (autore: Giulio Sagradini)


Intitolazione della Biblioteca  Corticella a Luigi Fabbri  maestro e bibliotecario popolare  (Fabriano, 23 dicembre 1877 – Montevideo, 24 giugno 1935)

 a Corticella  (quartiere di Bologna) – Centro Civico “William” Michelini – Piazzetta Severino Maccaferri 

 venerdì 17 maggio 2019, ore 17.30

Interventi

  • Scuola e maestri a Bologna nel primo Novecento: l’azione di Luigi Fabbri tra libertà e vincoli (Mirella D’Ascenzo)
  • Luigi Fabbri maestro e promotore di cultura a Crespellano (Nadia Bonora)
  •  Luigi Fabbri nella memoria collettiva di Corticella (Francesca Ciampi)

 “…cominciò a funzionare la biblioteca… Ben presto la cameretta, foderata di libri, si riempiva di abitanti del paese, quasi tutti operai che venivano a cambiare i loro libri, seguendo a volte un loro piano personale di letture, chiedendo più spesso il consiglio del maestro.” (da Luce Fabbri, Luigi Fabbri storia di un uomo libero, Pisa, BFS, 1996)

Locandina                                                   ► Segnalibro


Campagna nazionale di sottoscrizione per l’acquisto di una sede per la Biblioteca Franco Serantini (Pisa)

Nel 2019 la Biblioteca Franco Serantini è entrata nel suo 40° anno di vita. Un anniversario speciale da molti punti di vista, infatti non è comune che una struttura culturale nata dalla società civile, autofinanziata e autogestita riesca a raggiungere una tale età!
La Biblioteca in questi anni, oltre a svolgere un’attiva e intensa promozione culturale e editoriale, è cresciuta nel suo patrimonio bibliografico e archivistico, raggiungendo una consistenza di tutto rispetto (oltre 50.000 monografie, giornali, riviste e numeri unici [oltre 5.500 testate], 86 fondi archivistici con migliaia di documenti, fotografie, dischi, opere artistiche, carteggi, registrazioni di testimonianze orali, bandiere, manifesti, volantini e cimeli) in gran parte inerenti alla storia politica e sociale dell’Ottocento e del Novecento e ottenendo riconoscimenti sul piano non solo nazionale ma anche internazionale. Oggi la biblioteca fa parte, come ente collegato, della rete nazionale degli Istituti della Resistenza e dell’International Association of Labour History Institutions (IALHI).
La biblioteca ancora oggi non ha una propria casa, al momento continua a essere ospitata dall’Università di Pisa, ed è per questo che l’Associazione amici della Biblioteca F. Serantini promuove per tutto l’anno 2019 una SOTTOSCRIZIONE NAZIONALE per dare una sede stabile alla Biblioteca F. Serantini. Tale operazione, che dovrà realizzarsi entro il 31 dicembre 2019, potrà garantire la conservazione, la fruizione e la valorizzazione del patrimonio della Biblioteca ma anche di attivare finalmente il progetto di un “Laboratorio delle culture e delle memorie”, con l’intento di conservare, condividere e raccontare la memoria e la storia sociale e
politica dell’età contemporanea e essere luogo di discussione e progettazione per la cultura libertaria del 21 secolo.
Il nuovo centro sarà aperto a tutti i cittadini e alle associazioni che si riconoscono nel progetto e costituirà un centro di promozione della lettura e della cultura libertaria e antifascista, un’occasione di arricchimento culturale, di crescita personale e dell’intera comunità. Per realizzare questo sogno l’impegno dell’Associazione non è sufficiente e occorre un gesto di forte solidarietà e un sostanzioso contributo da parte di tutti, sia di quelli che in questi anni hanno sempre sostenuto la Biblioteca sia di tutti quanti vogliano scommettere sul progetto e prendervi parte.
Chiunque voglia partecipare alla SOTTOSCRIZIONE NAZIONALE – che ha l’obiettivo non solo di dare una sede alla biblioteca ma anche di attrezzarla per consentire una fruizione più ampia possibile – può inviare la propria donazione all’Associazione amici della biblioteca utilizzando il seguente IBAN:
IT25 Z 076 0114 0000 0006 8037 266
intestato a: Associazione amici della Biblioteca F. Serantini, via I. Bargagna n. 60 – 56124 Pisa

Volantino “Una casa per la Biblioteca”



EDUCAZIONE E LIBERTÀ. Giro di presentazioni in Sicilia con Andrea Papi (aprile 2019).

Il libro Educazione e Libertà, che riporta gli atti del convegno di Castel Bolognese del 22 ottobre 2017, edito dalle Edizioni La Fiaccola, sarà presentato in Sicilia dal suo curatore, Andrea Papi. Queste le scadenze: Venerdì 5 aprile, Palermo. / Domenica 7 aprile, Ragusa (nell’ambito della manifestazione Lib(e)ri a Ragusa, alle ore 17, Palazzo Garofalo./ Lunedì 8 aprile, Enna. Martedì 9 aprile, Avola, circolo ARCI. Per maggiori informazioni su luoghi ed orari, scrivere alla redazione di «Sicilia Libertaria».

Pubblicati gli Atti del Convegno su “Educazione e Libertà”

Sono stati pubblicati in volume gli Atti del Convegno su “Educazione e Libertà” tenutosi a Castel Bolognese il 22 ottobre 2017, organizzato dalla Biblioteca Libertaria “Armando Borghi”, in collaborazione con l’Assemblea degli Anarchici Imolesi, la Biblioteca Comunale “Luigi Dal Pane” di Castel Bolognese e il Movimento di Cooperazione Educativa (MCE) – Gruppo Territoriale di Ravenna. Il libro, a cura di Andrea Papi, è stato stampato dalla Casa editrice “La Fiaccola” di Ragusa ed è in vendita al costo di Euro 12,00. Chi fosse interessato ad acquistarlo è invitato a rivolgersi all’editore: Edizioni “La Fiaccola”, via Garibaldi 2 A – 97100 Ragusa

mail: info@sicilialibertaria.it  /  ccp 1025557768 Intestato ad Associazione Culturale Sicilia Punto L – Ragusa

Educazione e liberta_cop

► Scheda editoriale (quarta di copertina)   ► Indice



► Gianpiero Landi, I Garavini. Anarchiche e anarchici d.o.c. / Emma Neri, Contro la retorica fascista e patriottica, «A», n. 430, dicembre 2018-gennaio 2019, p. 69-80.
Nello e Giordana Garavini

Osvaldo Bayer (1927-2018)

La scomparsa dell’intellettuale argentino, storico, anarchico, giornalista sempre contro il potere, romanziere e insegnante

Osvaldo Bayer

► Francesca Lazzarato, La Patagonia ribelle di Osvaldo Bayer, «Il Manifesto», 28 dicembre 2018 / Gianni Alioti, L’attivismo della coerenza, «A», n. 433, aprile 2019.


In occasione del cinquantesimo anniversario della morte di Armando Borghi (1882-1968)

Convegno di Studi

Le organizzazioni nazionali del movimento anarchico nell’Italia repubblicana (1943-2018)

Relazioni di: Pietro Adamo, Giulio Angeli, Franco Bertolucci, Gianfranco Careri, Francesco Codello, Pasquale Iuso, Gianpiero Landi, Lorenzo Pezzica, Giorgio Sacchetti, Franco Schirone.

Locandina                                      ► Comunicato  (con programma)

Videoregistrazione                       ► Foto Convegno


Centro di documentazione contro la guerra

informazioni, materiali e analisi per opporsi alla barbarie del capitalismo decadente, contro  il terrorismo di stato occidentale e russo, contro il terrorismo del cosiddetto “islamismo radicale”
Mercoledì 28 novembre 2018  ore 20.30
a cura del “Centro di documentazione contro la guerra”
incontro-discussione su:

La conferenza di Palermo sulla Libia.
Continua la guerra per la spartizione
dell’Africa e contro gli immigrati

centrodocumentazionecontrolaguerra@inventati.org
Archivio Primo Moroni ─ Calusca City Lights ─ CSOA Cox 18
via Conchetta 18 – Milano (M2 Romolo, bus 90/91 e 47, tram 3)
Per ascoltare gli incontri che si sono già tenuti vai alla pagina “Audio” in questo sito

Alessandro Galli

Il 14 ottobre 2018 è morto a Bologna l’anarchico Alessandro (“Sandro”) Galli. Nel 1980, con un lungo sciopero della fame, in cui mise seriamente in gioco la propria vita, riuscì a ottenere l’abolizione del giuramento per gli insegnanti e per i dipendenti degli enti pubblici. Contribuì così a rendere gli insegnanti italiani, i dipendenti comunali e statali maggiormente liberi nell’esercizio delle proprie funzioni e consapevoli dei propri diritti. Era un uomo dal carattere ostinato e talvolta ruvido, ma anche un buon amico.

Il funerale di Sandro Galli (Bologna, 16 ottobre 2018)

► Circolo Anarchico Berneri (Bologna), Addio Sandro Galli, uomo libero, «Umanità Nova», a. 98, n. 33, 2 dicembre 2018 / Gianni Sartori, In memoria di Sandro Galli…, «La Bottega del Barbieri», 26 novembre 2018.

“ADDIO A GALLI L’ANARCHICO PROFESSORE. Tutto il Parlamento alla fine gli diede ragione. La norma che imponeva ai pubblici funzionari di giurare fedeltà allo Stato fu abolita. Fu merito di un uomo, un uomo solo, e della sua laica, libertaria testardaggine. Si chiamava Alessandro Galli, era un professore bolognese di applicazioni tecniche, ed è morto due giorni fa.  Anarchico, si rifiutò di giurare il contrario dei suoi ideali. Gli consigliarono di fingere, “è solo una formalità”, non volle. Presero provvedimenti. Lui iniziò uno sciopero della fame, vero, di quelli che ti portano oltre la soglia. Fu ascoltato. Una parlamentare bolognese, Giancarla Codrignani, prese a cuore il caso. Il sindaco Renato Zangheri pure. Il presidente Sandro Pertini anche. Quell’imposizione fu cancellata. Chi conobbe Galli dice che non era una persona facile. A maggior ragione, la sua storia dimostra che non servono santi alla giustizia: ha sufficiente forza da sola. Ma a volte le serve che si levi una voce. Dunque addio e grazie, cocciuto, libero professor Galli, da parte di tutti noi “. (Michele Smargiassi, «La Repubblica Bologna», 16 ottobre 2018).

► Reginaldo Palermo, Torna il giuramento per i docenti, abrogato nel 1981 grazie a Sandro Galli, «Tecnica della Scuola», 14 aprile 2019.   (novità)


900Fest 2018

 Programma (link diretto al sito)


CUCINE DEL POPOLO


Convegno Internazionale CUCINE SENZA CONFINI
5 – 7 Ottobre 2018
Massenzatico (Reggio Emilia)

Presentazione                            ► Programma Convegno


Pensiero e azione:
l’anarchismo come comunità militante e scelta di vita

Eduardo & Amedeo1
Sabato 15/09/2018 dalle ore 10,30
Ateneo degli Imperfetti, Via Bottenigo, 209 – Marghera-Venezia

Seminario organizzato dal Laboratorio Libertario/Ateneo degli Imperfetti di Marghera e dal Centro studi libertari/Archivio Giuseppe Pinelli di Milano a partire dalle riflessioni e dalle biografie militanti di Amedeo Bertolo e Eduardo Colombo.

Interventi di
  • Mimmo Pucciarelli (Lyon), Due biografie militanti tra anarchismo politico e anarchismo esistenziale
  • Marianne Enckell (Lausanne), Sono diventata adulta con loro…
  • Nico BertiLe ragioni del pensare anarchico
  • Tomás Ibáñez (Barcelona), Convergenze e divergenze nel pensiero di Amedeo Bertolo e Eduardo Colombo
dibattito aperto stimolato dai contributi di Heloisa Castellanos (Paris), Francesco CodelloPaolo FinziElis FraccaroMário Rui Pinto (Lisboa), Toni SentaClaudio Venza.
► Claudio Venza, Pensiero e Azione. Resoconto dell’incontro del 15 settembre 2018 a Marghera, «Umanità Nova», a. 98, n. 26, 7 ottobre 2018.

Archivio Homepage 2018


Archivio Homepage 2017


Archivio Homepage 2016 


Biblioteca Libertaria fondata nel 1916 a Castel Bolognese